Il Gin Tonic day si festeggia con Virginie Doucet

Lo sapevi che oggi, 9 aprile 2021, si festeggia l’International Gin Tonic Day? La redazione di Cocktail& the City si sta preparando a brindare insieme a Virginie Doucet, bartender francese, impiantata a Firenze.

Il Gin Tonic è il long drink dissetante per eccellenza. Una ricetta semplice, facile e veloce da realizzare a casa che prevede solo due ingredienti : acqua tonica e gin. Si tratta di un cocktail dal sapore amaro, rinfrescante, senza troppi fronzoli e che non ammette compromessi.

Ma vi siete mai chiesti come un cocktail così semplice e popolare ci sia arrivato ad oggi nel bicchiere ?Per la sua ricorrenza abbiamo deciso di raccontarvi un po’ di il storia e chiesto a Virginie di presentarci una sua ricetta di Gin&Tonic per l’occasione.

Dal Genever al Gin, una storia tormentata

Quando si parla del Gin si fa riferimento ad un distillato che infonde le sue radici nei Paesi Bassi. Deriva del Genever che si sviluppo nel XVII secolo grazie al medico e farmacista olandese Franciscus Sylvius de Bouve. Il Genever nasce quindi come rimedio medico per gastriti e dolori intestinali. L’ascesa al trono d’Inghilterra di Guglielmo III d’Orange nel 1689, olandese di nascita, portò con sé il boicottò del Cognac e la diffusione del Genever nella società inglese.

La diffusione del Gin fu rapida e la sua produzione divenne molto abbondante che questo fu a l’origine di tutti i mali. Nel 1730, a Londra si potevano trovare circa 7000 produttori “ufficiale” di gin, che rappresentavano circa 37 854 117 litri di gin distillati ogni anno. Il parlamento, preoccupato, decise quindi di votare i cinque” Gin Acts” tra il 1729 ed il 1751 al fine di limitare il consumo di gin, vietando la vendita di gin senza licenza. Questo permise al gin di staccarsi progressivamente dalla sua immagine di “bevanda per ubriachi” mentre verso la fine del Settecento cominciò ad essere consumato anche nei pub. Fu anche nello stesso periodo che apparve per la prima volta il Gin Tonic. George Cleghorn, medico scozzese, scoprì che il chinino, uno degli ingredienti dell’acqua tonica, poteva essere utilizzato per combattere la malaria, una malattia che si stava diffondendo sempre di più nell’India colonia britannica. Ma il suo sapore amaro non piaceva molto quindi gli inglesi decidono di unire l’acqua tonica al gin, diventando così un cocktail molto popolare.

Chi è Virginie Doucet ?

Classe ’91, bretone di nascita, fiorentina d’adozione, Virginie Amélie Doucet, inizia la sua carriera professionale come Bartender lavorando durante la stagione estiva in Corsica. Un’esperienza significava che la porta ad inseguire il suo sogno, trasferendosi nel Belpaese nel maggio 2017. Arriva dunque a Firenze, dove inizia il suo percorso lavorativo al Rex Cafè.

Con grande determinazione e passione, Virginie lavora in diversi bar noti della città toscana, tra cui il FOOO – Florence Out Of Ordinary, al fianco di Luca Manni, il MAD – Souls and Spirits e al Floreal.

Virginie ama le sfide. Due anni dopo essere approdata a Firenze decide di mettersi in gioco partecipando nel 2019 alla quinta edizione del Premio Strega Mixology, uno dei più autorevoli palcoscenici per i professionisti emergenti del settore. Conquista la giuria con il suo cocktail “Beneventum“, facendosi conoscere nazionalmente e riconoscere internazionalmente nel mondo del bartending.

Miscelando emozioni e semplicità, Virginie Amélie è dotata di una grande empatia che la porta a soddisfare un largo pubblico, esperto e non.

Gin Tonic Elektro Gin + Tonica allo Yuzu. Una ricetta di Virginie Doucet

Ingredienti :

  • 50 ml Elektro Gin
  • Top Soda allo Yuzu (Royal Bliss Exotic Yuzu Taste Sensation Tonic Water)

Preparazione : Prendere un bicchiere Highball colmo di ghiaccio. Versare il gin. Aggiungere l’acqua tonica Royal Bliss. Guarnire con una scorza di limone.

Elektro Gin è un gin allo zafferano, creato da Fabio Elettrico, proprietario del liquorificio “Il Re dei Re” a Livorno in Toscana. Per il “Gin & Tonic Day” ho voluto proporre una variante semplice ma saporita, bilanciata fra questo gin allo zafferano molto saporito e originale, e la tonica allo Yuzu (agrume giapponese)” aggiunge Virginie Doucet.

Laetitia CHAILLOU

Laetitia Chaillou, classe 86, origine francese espatriata a Roma, trilingue. Ha lavorato per 5 anni nel settore giuridico e politico in Francia prima di dedicarsi alla sua passione per la comunicazione e digitale.

Influencer/Digital Content Creator (@parisianinrome). Ha collaborato con numerose aziende tra cui Hendrick’s Gin, Saint Germain, Champagne Mumm, Villa Massa, Pommery Champagne. E' stata brand ambassador per Samsung Italia.

Sportiva, curiosa, indipendente, Laetitia è sempre pronta a ogni sfida.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *